L’alfabetario degli animali piacentini

copertina alfabetario_stampa.indd
L’ALFABETARIO DEGLI ANIMALI PIACENTINI

di Manuela Merli

Piacenza: quale è l’emblema della città nello stemma e nel mondo? Una Lupa.
La piazza principale? Quella dei Cavalli.
I tre Dop? I derivati del Maiale.
Quante località al mondo vantano di aver dato il nome a un intero tempo geologico? Grazie alle Balene, abbiamo il Piacenziano.
Da noi un Cane ha salvato la vita a un santo, e una Colomba ha ispirato la costruzione di un’abbazia.
Sono soltanto alcuni degli animali che tra lo storico, l’artistico, il culinario e il mitologico hanno segnato nel profondo Piacenza, la sua gente e il suo costume.
Non si contano le sagre celebrate in nome di qualche bestiola; innumerevoli i detti, i proverbi e le curiosità che li vedono protagonisti, esercizi commerciali che a qualche animale hanno affidato la ragione sociale e la popolarità sul territorio.
A come Animali dunque, in rigoroso ordine alfabetico, nel primo Alfabetario degli Animali Piacentini: passando da quadrupedi a volatili, da mammiferi a insetti, saranno elencati elefanti, galletti, gatti, cani, merli e merluzzi, orsi, draghi, cinghiali, gufi, vermi, persino iguane.
Per convincerci una volta per tutte che Piacenza è davvero città di bestie variegate.

Prima edizione: aprile 2016

Collana: I Pescegatti

ISBN 978-88-98751-40-2