Da una domanda è uscita la storia di Piacenza: sono arrivate le “101 cose che non sai di Piacenza”

Cari Piacentini, dal sass o anche non proprio dal sass, ecco qui la prima domanda, la domanda da cui tutto ha inizio: quanto a fondo credete di conoscere la città in cui vivete e la sua provincia? Quanti aneddoti potete raccontare sulla sua storia e sulle sue tradizioni, sul suo folclore e sulla sua cultura popolare, sulla sua arte e sulla sua musica? Quante storie singolari, leggende e miti che la riguardano? 
Paola Cerri
e Barbara Tagliaferri hanno raccolto la sfida lanciata dal loro editore e sono riuscite nel non semplice compito di metterne in fila ben 101.
In molti conoscono la storia del trenino che percorreva la tratta Bettola-Piacenza, ma quanti sanno, ad esempio, che ha ispirato addirittura la costruzione della metropolitana della grande Milano? E dell’amore grande e incondizionato che Fedor Dostoevskij aveva per la Madonna Sistina di Raffaello, ne avevate già sentito parlare? E dell’ipotesi che il Ponte Gobbo sia raffigurato sullo sfondo della Gioconda?
Pare, anche, che lo stesso Leonardo abbia riprodotto nel suo celebre Codice Leicester le conchiglie che in varie epoche sono emerse dai campi coltivati della val d’Arda… in val d’Arda, sì, dove una volta nuotavano le balene! E ancora: chi di voi conosce la storia della prima moglie di Giulio Cesare, la piacentina Calpurnia? Per tacere del fatto che, a quanto pare, noi piacentini discendiamo direttamente dai troiani!
Questo libro è una sfida a chiunque pensa di conoscere alla perfezione la città di Piacenza, la sua storia e quella della sua provincia.
Cari piacentini, dal sass o anche non proprio dal sass, siete pronti a raccoglierla?
101 cose che non sai di Piacenza (e provincia)” è in tutte le librerie e nelle migliori edicole del piacentino.